VALERIO CORZANI & STEFANO SALETTI - Caracas

Caracas è il risultato di una fertile partnership tra Valerio Corzani (Mau Mau, Mazapegul, Gli Ex, Interiors) e il polistrumentista Stefano Saletti (Novalia, Piccola Banda Ikona, Café Loti, Sete Sois Sete Luas Orchestra). I due hanno composto, arrangiato, suonato e prodotto l’album omonimo e il filo rosso musicale dell’intero progetto è la sottolineatura – negli arrangiamenti e negli incastri ritmici - del “levare”. Una sorta di benefico galleggiante sonoro che ha permesso ai due di intraprendere un mirabolante viaggio strumentale (ma ci sono anche alcuni inserti “spoken word”) alla ricerca di una sorta di cosmopolitismo degli strumenti e delle musiche.


“Caracas si muove su sottili linee di confine, tra tropici e dub cosmopolita…” (Rumore)

Tappa di partenza il Mediterraneo (con alcuni strumenti simbolo di questo fertile bacino – oud, bouzouki, marranzano, darbouka, tamorra - che caratterizzano molti brani) e poi circumnavigazione del globo terracqueo con la prua puntata sul meticciato sonoro e sulle alchimie ritmiche. Il reggae, dunque la Giamaica, è un’altra delle mete dei Caracas che sono riusciti però nell’impresa di evitare tutti i cliché del genere forgiato nell’isola caraibica, utilizzando gli stilemi di quella musica per incrociare soluzioni nuove, aggiungere buone dosi di elettronica e scomodare anche molti altri bacini etnici (dal deserto Tuareg alla Turchia sufi, dalle Hawaii al Sudamerica, da certo soul-jazz statunitense agli ibridi dub della britannica Onusound…).

Un progetto world-reggae dunque, dai contorni e dal profilo molto particolari che dal vivo si concretizza in uno spettacolo davvero ammaliante. Tutti brani originali, una formazione che allarga ulteriormente il range timbrico della proposta e un’attitudine live votata a far ballonzolare chiunque…

_______________________________________________________________________________________________

VALERIO CORZANI & STEFANO SALETTI
Caracas
cd . materiali sonori


VALERIO CORZANI: semiacoustic bass, electric bass, spoken word voice, fringophone app, percussions, keyboard, electronics, looping and sampling
STEFANO SALETTI: electric, acoustic and classic guitar, oud, bouzouki, cavaquinho, choirs, melodica, keyboard, percussion, electronics, looping and sampling
+
Erica Scherl: violin
Nando Citarella: marranzano
Sergio Vitale: trumpet

All songs written by Valerio Corzani & Stefano Saletti

Produced, engineered and mixed by Valerio Corzani & Stefano Saletti at Four Winds Studio (Rome)
Mastered by Fabrizio De Carolis at Reference Studio (Rome)

2015 @ materiali sonori edizioni musicali

Cover & Booklet Photos: details of a wall in Amman (Jordan)
and Stonetown (Zanzibar) by Valerio Corzani

Thanks to The God of Upbeat…

______________________________________________________________________________________________

VALERIO CORZANI
E' musicista, autore e conduttore radiofonico, giornalista e fotografo.
Come musicista è stato il bassista delle prime gloriose stagioni dei Mau Mau (“Sauta Rabel” e “Bass Paradis” gli album nei quali ha suonato oltre ad aver condiviso con il gruppo decine di tour in tutta Europa), il co-leader dei Mazapegul (“Controdanza” e “Piccolo canto Nomade”) e de Gli Ex (“Canzoni della Penombra”, “Primavera Autunno Inverno”), il produttore e l'autore testi dei Daunbailò (“Daunbailò”). Nel corso della sua attività di musicista ha suonato tra gli altri con Marc Ribot, Roy Paci, Jimmy Villotti, Gabriele Mirabassi, Maria Pia De Vito, Dodi Moscati, Andy J. Forest, Gabriella Ferri, Peppe Voltarelli, Simone Zanchini, Riccardo Tesi, Antonio Infantino, Mauro Ottolini, Serena Fortebraccio, Boris Savoldelli, Dead Cat In A Bag.
Oggi porta in giro il progetto elettronico Interiors, insieme ad Erica Scherl (“Liquid” è il titolo del loro album d’esordio uscito per Minus Habens). La sua più recente creatura musicale è invece il combo world-reggae Caracas, un’avventura condivisa al fianco del polistrumentista Stefano Saletti di cui è uscito un album omonimo nel Giugno 2015 per la Materiali Sonori.
A partire dalla primavera 2015 Teresa De Sio gli ha chiesto di creare gli ambienti sonori e di suonare live nello spettacolo “L’attentissima”, reading tratto dal libro omonimo dell’artista campana uscito per Einaudi.

STEFANO SALETTI
Musicista e compositore, suona strumenti della tradizione musicale mediterranea (bouzuki, oud, mandola), oltre a chitarra elettrica, acustica e classica, pianoforte, percussioni, campionatori e programmazioni al computer. Attivo da anni sulla scena artistica italiana, già fondatore dei Novalia (con 7 lavori discografici all’attivo), è il leader della Piccola Banda Ikona con la quale ha registrato i cd “Folkpolitik” (2012) "Marea cu sarea" (2008) e "Stari Most" (2005), cantati in Sabir l'antica lingua del Mediterraneo. Dal 2008 è il direttore musicale della 7 Sóis Orkestra e dal 2010 dell’ensemble Les Voix du 7 Sois, formazioni che riuniscono musicisti provenienti da Portogallo, Spagna, Marocco, Israele, Croazia, Italia. Ha partecipato al progetto "Hector Zazou & Eva Quartet" e collaborato con altri prestigiosi musicisti internazionali, tra i quali Alexander Balanescu, Jamal Ouassini, Eyal Sela, Kahwa, Rashmi V. Bhatt. Ha realizzato la suite in 5 movimenti da "Le Bateau Ivre" di Arthur Rimbaud, su lettura di Jean-Louis Trintignant e ha collaborato in alcuni brani con il poeta tunisino Monchef Ghachem. Ha scritto colonne sonore per il cinema e il teatro, collaborando con Pupi Avati, Giorgio Albertazzi, Giancarlo Giannini, Predrag Matvejevic, Pamela Villoresi, Mascia Musy, Omero Antonutti, Massimo Popolizio, Manuela Mandracchia, Maurizio Panici, Piero Maccarinelli. Nel 2010 è uscito il Cd “Oriental Night Fever” realizzato insieme al musicista produttore francese Hector Zazou e la cantante Barbara Eramo. Con la Eramo effettua da anni workshop e laboratori sui canti e le musiche del Mediterraneo. Con Valerio Corzani ha dato vita nel 2015 al progetto Caracas di cui è uscito l'omonimo cd per la Materiali Sonori. Sempre per Materiali Sonori uscirà “In search of Homerus”, un cd che raccoglie alcune sue colonne sonore.

________________________________________________________________

>> video on #matsonTV:  
https://www.youtube.com/watch?v=vqrmgnWUR00

>> acquista il CD on line:
www.materialisonori.com/product_info.php?products_id=2015&osCsid=1844d1069790e129f66bf777779dba6f

>> e su iTunes:
https://itunes.apple.com/us/album/caracas/id993947490?ign-mpt=uo%3D4

________________________________________________________________
info:
www.facebook.com/pages/Caracas-Valerio-Corzani-e-Stefano-Saletti/1437931743189326?fref=ts

booking & management
Materiali Sonori ph. +39(0)55 9120363 - 943888 • booking@matson.it 
EVENTI & CONCERTI
  • 23 novembre 2017

    Letizia Fuochi

    FIRENZE . Libreria IBS - “A proposito di Letizia” - ore 18
    interverranno LAURA MONTANARI, giornalista; EDOARDO SEMMOLA, giornalista; GIAMPIERO BIGAZZI, materiali sonori 
  • 24 novembre 2017

    MIchele Marini ORGANICTRIO

    QUARRATA (PT) . Atlantis Habitat "Jazz e bollicine" (via Montalbano, 417) 
  • 1 dicembre 2017

    Michele Marini ORGANICTRIO

    Concerti con il nuovo album, per Michele Marini (sax, clarinetto); Lorenzo Frati (organo); Emiliano Barrella (batteria, percussioni).
    OLMI - QUARRATA (PT) . Associazione "Parco Verde" (via Galigana, 417)
  • 16 dicembre 2017

    Michele Marini ORGANICTRIO

    Concerti con il nuovo album, per Michele Marini (sax, clarinetto); Lorenzo Frati (organo); Emiliano Barrella (batteria, percussioni).
    CAVA DE' TIRRENI (SALERNO) . Roda Viva (Via Vincenzo Montefusco n.1)
  • 20 dicembre 2017

    CARACAS [Corzani & Saletti]

    Presentazione dell nuovo progetto “Ghost Tracks”. Con Valerio Corzani (basso semiacustico ed elettrico, spoken word voice, fringophone app, electronics, looping and sampling) & Stefano Saletti (chitarra elettrica, oud, bouzouki, cavaquinho, voce e cori, melodica, electronics, looping and sampling) con Erica Scherl (violino, tastiera); Eugenio Saletti (chitarra elettrica, voce).
    ROMA . Monk Club 
  • 15 febbraio 2018

    FLAME PARADE

    ALESSANDRIA . Mag Mell Irish Club (corso K. Marx,116)