Giampiero Bigazzi


GIAMPIERO BIGAZZI

Produttore musicale, editore, compositore e musicologo, in attività dal 1969, ha legato il suo nome a quello della compagnia Materiali Sonori, con la quale ha iniziato producendo soprattutto musica etnica e di tradizione orale.
Più "organizzatore di suoni" che musicista, dal 1980 ha collaborato in questo ruolo con artisti e gruppi come Tuxedomoon, Wim Mertens, Novalia, Minimal Compact, Embryo, Cudù, Militia, Dissidenten, Beau Geste, Orio Odori, Enzo Favata, Damiano Puliti, Arturo Stalteri, Fabio Capanni, Maurizio Dami, Giancarlo Cardini, Roger Eno, Paolo Carlini, Kocani Orkestar, Daniele Sepe, Martinicca Boison e, soprattutto, con il fratello Arlo Bigazzi (con il quale ha prodotto molti dei dischi della Materiali Sonori e ha creato un sodalizio artistico presente in gran parte del suo lavoro).
Come musicista ha dato vita a gruppi come Il Canzoniere del Valdarno, Naif Orchestra, Materiali Sonori University, la Banda Improvvisa, Canti Erranti con i quali ha realizzato spettacoli e concerti. Ha suonato quindi con Cudù e Paolo Lotti, Tristan Honsinger, Christian Burchard, Dirk Descheemaeker, Chris Karrer, Blaine L. Reininger e in alcuni dischi prodotti insieme ad Arlo (Cudù, Militia, Bigazzi Sangalli Saletti & Cudù, De Corto, Quartiere Tamburi).
Insieme a Paolo Lotti e Arlo Bigazzi ha composto e realizzato nel 1989 la musica per l'opera/video/balletto "Coppi Arrive" per il Museo di Arte Contemporanea di Prato.
Nel 1992 ha composto le musiche originali per il video/film "L'Albergo Dei Poveri" di M.Gorkj, per la regia di Claudio Carini, e nel 1993, insieme a Orio Odori, la colonna sonora per il film aziendale della Unicoop della Toscana.
Come studioso di fenomeni musicali e ricercatore di musiche popolari scrive per riviste, web e quotidiani, e ha curato alcuni libri per Stampa Alternativa ("Tuxedomoon" nel 1988, "The Residents" e, insieme ad Annette Jarvie, "Coast To Coast/Punk Rock Images" nel 1989) e dal 2007 per la casa Editrice Zona (fra cui, insieme ad Arlo, “Nottecampana” di Carlo Monni). Dal 1984 al 1994 ha fatto parte della segreteria della rassegna "Independent Music Meeting" di Firenze e dal 1985 al 1993 è stato direttore artistico del "Greetings Festival" di San Giovanni Valdarno. Dal 2005 ha progettato e dirige il festival Orientoccidente che si svolge in Provincia di Arezzo.
Dirige la web-libro-rivista internazionale Sonora. Per i volumi di Sonora nel 1993 ha curato il libro "John Cage", nel 1994 il numero dedicato a Frank Zappa e nel 1999 (con Claudio Chianura) il cd/book dedicato a Brian Eno e nel 2003 quello dedicato a Hector Zazou.
Nel 1993, con Ernesto De Pascale e Bruno Casini ha curato la realizzazione del libro e del cd "Firenze Sogna!", e nel 2003 e nel 2005 i due volumi di "Anni Di Musica". Nel 1994 un suo contributo è apparso nel volume "Tondelli e la Musica", Edizioni Tosca e poi Baldini & Castoldi.
Negli anni Novanta si è occupato di musica contemporanea e ha progettato (con Orio Odori, Damiano Puliti e Alessandra Garosi) il gruppo Harmonia Ensemble con cui ha realizzato i progetti "Nino Rota", "In A Room" e "Classical Music For Those With No Memory" (questi ultimi due con musiche di Roger Eno), "Harmonia Meets Zappa" (con musiche di Frank Zappa), "Events Line", nel 1999 un disco con le musiche di Gavin Bryars, nel 2001 "Fellini" e nel 2002 "Ulixes". Ha quindi prodotto, per la collana New Classics, dischi con composizioni di John Cage, Sylvano Bussotti, Giancarlo Cardini, Luciano Berio, Carlo Boccadoro, Ludovico Einaudi.
Nel 1995, partendo dalle musiche di Nicola Alesini e Pier Luigi Andreoni, ha dato vita al progetto multimediale Marco Polo, al quale partecipano David Sylvian, Roger Eno, Harold Budd, David Torn, Arlo Bigazzi, Steven Jansen, Richard Barbieri, Arturo Stalteri e Damiano Puliti.
Nel 1997 ha prodotto l'ultimo lavoro di Paolo Lotti "Hendrix".
Dalla seconda metà degli anni Novanta si è dedicato più volte alla video art e alla progettazione di spettacoli di video e musica dal vivo ("Fellini"; "Pasolini, Frammenti In Forma Di Rosa") e ha firmato diversi documentari e ambient-movie (Tuxedomoon, Paolo Lotti, Banda Improvvisa, Masala, Arturo Stalteri).
Ha realizzato e diretto spettacoli di teatro-musica ("Events Line - Ti Ricordi Sarajevo?" e "Ulixes - viaggio poetico per banda e voci recitanti" con testi di Stefano Beccastrini; "Racconti di Terra e di Vino" con Carlo Monni; "Suoni e Storie dal Pratomagno" con Daniele Malvisi e Orio Odori; la trilogia “Nella Vigna del Signore”; “Orchestra della Fiaba” di Diesis Teatrango).
Nel 2001, insieme a Orio Odori, ha fondato la Banda Improvvisa con la quale ha realizzato (con la produzione di Arlo Bigazzi) tre album, tenuto moltissimi concerti in tutt'Italia e in Europa, stabilito collaborazioni con la Kocani Orkestar, Eli Belaj, Carlo Monni, Daniele Sepe, Bandabardò, Paolo Benvegnù, la Banda Municipale di Santiago di Cuba, Alessandro Benvenuti. Con Benvenuti, nel 2006, ha progettato lo spettacolo tratto da "Storia di un impiegato" di Fabrizio De André.
Nel 2008 ha realizzato e messo in scena lo spettacolo “Nottecampana” con Carlo Monni, Arlo Bigazzi, Orio Odori, dedicato alla poesia di Dino Campana. Nel 2009 ha fondato il progetto cosmopolita Canti Erranti.
Nel 2010 ha scritto e diretto lo spettacolo di teatro-musica “Borisvian – La vita è come un dente” dedicato a Boris Vian con Pierfrancesco Bigazzi e Martinicca Boison.
Nel 2011 ha scritto e messo in scena lo spettacolo “Camicia Rossa – Canti e storie su quei ragazzi che fecero l’Italia” con la Banda Improvvisa e Canti Erranti. E nel 2012, sempre per l’ensemble Canti Erranti, il concerto narrativo “Senza Padrone – sogni e storie sull’impresa a proprietà collettiva”.
E' vicepresidente nazionale di Audiocoop, associazione dei produttori musicali indipendenti. E' iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Collabora con l’Associazione Toscana Musiche e il Meeting degli Indipendenti di Faenza. E’ nel CDA del consorzio Music Factory Live. E’ negli organi direttivi provinciali e regionali di Legacoop. Tiene laboratori e seminari sulla musica e lo spettacolo a Firenze e Bologna ed è docente presso il Centro Musica di Modena.




DISCHI